Attenzione: il bando della verifica delle conoscenze iniziali per l'A.A. 2020-2021 sarà a breve disponibile su questa pagina.

Il DM 270 prevede, già da molti anni, che gli studenti che si iscrivono al primo anno di una laurea ad accesso libero (ossia NON A NUMERO PROGRAMMATO) debbano obbligatoriamente sottoporsi ad un accertamento dell’adeguata preparazione iniziale. N.B.: tutte le lauree della Scuola di Scienze MFN sono ad accesso libero. Fino al 2019/2020, tali verifiche venivano organizzate dalla Scuola di Scienze MFN. Per il 2020/2021 l’Ateneo ha promosso TE.L.E.MA.CO., a cui ha aderito la maggioranza dei corsi di studio di primo livello dell’Università di Genova, tra cui tutti quelli della Scuola di Scienze MFN. La verifica è assolutamente gratuita.

Cos’è TE.L.E.MA.CO?

TE.L.E.MA.CO. è un test per la verifica delle conoscenze iniziali considerate funzionali alla fruizione efficace di un percorso universitario. È un test di verifica modulare, costituito da un nucleo comune di competenze trasversali e da estensioni per area disciplinare, centrate sulle competenze disciplinari eventualmente richieste dal singolo CdS o da gruppi omogenei di CdS. Per quanto riguarda la Scuola di Scienze MFN, 5 corsi di laurea, e cioé "Scienze Biologiche", "Scienze Ambientali e Naturali", "Scienze Geologiche", "Chimica e Tecnologie Chimiche" e "Scienza dei Materiali", non hanno previsto estensioni. Bisognerà quindi affrontare solo il nucleo di base. Altri 4 corsi di laurea e cioé: "Matematica", "Statistica Matematica e trattamento Informatico dei Dati", "Fisica" ed "Informatica", prevedono invece un'estensione. Oltre al test del nucleo comune, gli studenti dovranno affrontare, immediatamente a seguire, un test addizionale di 15 domande di matematica più avanzata.

La verifica del nucleo comune è focalizzata su alcune competenze chiave di base, ovvero capacità di ragionamento logico, comprensione di testi e conoscenza della lingua italiana (literacy), conoscenze matematiche di base (numeracy). Le competenze di cui sopra sono riconducibili ai documenti dei quadri di riferimento nazionali e internazionali che definiscono le competenze chiave all’interno dello spazio europeo dell’istruzione superiore (EHEA), recentemente riprese anche durante la riflessione comune in occasione del ventesimo anniversario del Processo di Bologna. Le competenze-chiave di cui sopra sono infatti al cuore dei modelli proposti nel 2006 (e ribadite nel 2016) dalla Commissione Europea e nel 2015 dal World Economic Forum. Ritroviamo le stesse competenze (e in particolare ad oggi literacy e numeracy) all’interno degli standard di INVALSI (https://www.invalsiopen.it/descrittori-livelli-grado-13/) i cui test sono fondati su literacy, numeracy e competenza in lingua straniera (inglese).

Tutti devono prendere parte a TE.L.E.MA.CO?

Come già detto, la verifica è obbligatoria. Tuttavia è esentato dall'affrontarla:

  • Chi ha superato l'esame di stato (maturità) con voto pari o superiore a 95
  • Chi ha già una laurea di qualunque tipo in Italia o all'estero
  • Chi ha superato il test GLUES tenutosi l'11 luglio 2020
  • Chi è già stato iscritto nel 2019/2020 o in anni accademici precedenti ad un corso di studio universitario in Italia o all'estero ed ha acquisito almeno 3 CFU in discipline matematiche

La situazione di esenzione va dichiarata in fase di preimmatricolazione, specificando a quale di esse si ha diritto. Mentre le prime 3 esenzioni saranno verificate d'ufficio, per la quarta (esenzione "per passaggio") bisogna presentare la documentazione comprovante il superamento dei CFU entro il 9 ottobre 2020 a studenti.scienze@unige.it

Come si svolgerà TE.L.E.MA.CO?

La verifica si svolgerà online, su piattaforma informatica di Ateneo. Per poterla svolgere bisognerà disporre di un computer dotato di webcam e di un collegamento di rete. Oppure, in alternativa, di un iPad (o un computer senza webcam) più uno smartphone, entrambi collegati in rete.

Struttura della prova (nucleo comune): 30 quesiti – tempo a disposizione: 90 minuti. I quesiti sono a risposta multipla (4 risposte possibili), senza penalizzazione per le risposte sbagliate

Struttura della prova (estensione di matematica): 15 quesiti - tempo a disposizione: 45 minuti. I quesiti sono a risposta multipla (4 risposte possibili), senza penalizzazione per le risposte sbagliate

Quando si svolgerà TE.L.E.MA.CO?

La verifica si svolgerà indicativamente tra il 15 ed il 18 settembre 2020. Dato il numero elevato di partecipanti sono previsti diversi turni, sia al mattino che al pomeriggio. Lo studente dovrà prenotarsi (indicativamente dal 1 agosto), scegliendo il turno preferito. Anche se i posti disponibili saranno senz'altro sufficienti per tutti, è consigliato prenotarsi presto, onde poter trovare posto nel turno preferito.

Dato che la verifica è gratuita, è consigliato sostenerla anche se si è ancora indecisi, o se si è in attesa di graduatorie per corsi a numero programmato.

Comunque, per chi non vuole o non può partecipare alla verifica di settembre, ce ne sarà un'altra analoga intorno al 20 ottobre.

Come ci si iscrive a TE.L.E.MA.CO?

Quando uno studente si preimmatricola, viene subito dopo iscritto automaticamente ad una istanza aulaweb dedicata al test di ingresso. AulaWeb è il portale e-learning dell'Università di Genova. In questa istanza, lo studente troverà tutte e informazioni utili. Tramite l'istanza aulaweb, lo studente riceverà avvisi riguardanti le verifche. Il quiz online si svolgerà sulla stessa istanza aulaweb. Infine lo studente potrà, in aulaweb, iscriversi al turno desiderato della verifica. si consiglia di farlo prima possibile. L'istanza aulaweb non è ancora attiva, ma si troverà al link https://testingresso.aulaweb.unige.it/. Successivamente all'iscrizione al test, lo studente sarà anche invitato ad aderire alla piattaforma TEAMS, che verrà usata per la sorveglianza durante la verifica.

Cosa verifica TE.L.E.MA.CO?

Per il nucleo comune ci saranno 15 quesiti di comprensione del testo, logica e conoscenza della lingua italiana + 15 quesiti matematica di base e logica. Per l'estensione 15 quesiti di matematica più avanzata

Soglia di superamento del test

Il nucleo di base è diviso in 2 sezioni ("matematica" e "comprensione del testo") con soglie indipendenti. Ciascuna delle due sezioni è superata con un punteggio di 9/15 o più. Tuttavia, può bastare anche un punteggio di 8 se il totale delle due sezioni è almeno pari a 18. Chi non supera e soglie avrà attributi gli O.F.A. della sezione non superata.

Esempi:

  • Punteggi: ≥ 9 + ≥ 9 = ≥ 18/30 → Verifica superata
  • Punteggi: ≥ 10 + 8 (possibilità di compensazione) = ≥ 18/30 → Verifica superata
  • Punteggi: ≥ 11 + 7 (impossibilità di compensazione) → OFA per la sezione con 7 punti
  • Punteggi: ≤ 8 + 9 = ≤ 17/30 → OFA per la sezione con 8 punti
  • Punteggi: ≤ 8 + ≤ 8 = ≤ 16/30 → OFA per entrambe le sezioni

Per i corsi di studio che hanno l'estensione, lo studente, oltre a superare le due soglie del nucleo di base, dovrà superare anche la soglia di 8/15 dell'estensione.

Lo studente che non supererà la soglia di matematica nel nucleo di base non potrà sostenere subito dopo l'estensione e avrà attribuiti gli OFA di matematica. Lo studente che supererà la soglia della sezione di matematica del nucleo di base potrà sostenere subito dopo l'estensione. Se non supererà la soglia di quest'ultima avrà attribuiti gli OFA di matematica, ma solo se si iscrive ad uno dei 4 corsi di studio che prevedono l'estensione.

Cosa succede se non si supera TE.L.E.MA.CO?

Se lo studente non raggiunge la soglia minima (8/15 o 9/15, si veda sopra) in una delle due aree avrà l’attribuzione dell’OFA (Obbligo Formativo Aggiuntivo) in quell’area specifica.

Come si soddisfano gli O.F.A.?

Per il nucleo comune lo studente con OFA segue un corso di recupero in autoformazione sempre attraverso la piattaforma di formazione a distanza dell’Ateneo e può sostenere poi dei test di verifica mensile (tre edizioni entro dicembre). Per i corsi con estensione sono previsti appositi tutorati. Tutorati sono previsti anche per gli studenti dei corsi di studio senza estensione.

Lo studente potrà sottoporsi ad ognuno dei test di recupero OFA solo dopo aver seguito obbligatoriamente il corso di autoformazione, pertanto lo studente che effettuerà la verifica a settembre avrà a disposizione tre possibilità di recupero.

A seguito del fallimento di tutte e tre le prove (o di non partecipazione ad esse), per assolvere l’OFA lo studente dovrà avere superato prima dell'inizio del secondo anno un esame (o un modulo) stabilito dal corso di laurea. Il corso di laurea indicherà un esame da utilizzare per soddisfare gli OFA di ciascuna delle due sezioni. Queste informazioni saranno pubblicate a breve.

Per eventuali dubbi è possibile contattare il referente della Scuola per le verifiche iniziali, Prof. Luca Banfi (banfi@chimica.unige.it).